Poi quando una lacrima raggiunge il cielo

la senti nell’anima che muore e rinasce come fiore in penombra,

in silenzio oltre il vento.

Blurosa

nebbia

 Intorno tanta nebbia, grigia come inverno di stalattiti e silenzio.

 Fa male il silenzio , grida l’anima,

grida la tua assenza, quel senso di vuoto impalpabile e presente.

Rugiada ed essenza ,malinconia,

ogni goccia di tempo sul mio viso,

incarnato, pallido.

Lo sento nel vento il tuo cuore,

stringo i pugni,

la rabbia.

una luce dietro quei tetti.

La nebbia copre i sogni,

nel gelo di viali,

oltre prospettive d’infinito.

Ti sento nei pensieri,

come un abbraccio delicato d’Angelo.

Blurosa